L’apertura generale degli Uffici Comunali è dal Lunedì al Sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:30.
All’interno di questa sezione troverete gli orari di ricevimento dei singoli sportelli.

Polizia locale

Giordano Fassina

Riceve presso gli uffici comunali di via Roma 13, dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 10:00

polizialocale@comune.trovo.pv.it

Serv.Demografico,leva

M. Cristina Mastretti

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale

Orari: dal Lunedì al Sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:30

segreteria@comune.trovo.pv.it

Uff. Ragioneria & Tributi

Dr. Marzia Minella

ragioneria@comune.trovo.pv.it

orario di ricevimento al pubblico
Martedi’ e Giovedì dalle 9,30 alle 12,00.

Ufficio messi

Mauro Poli

orario di ricevimento pubblico:

Lunedi’ – Giovedi’ 09,00 – 12,30

Venerdi’ 09,00 – 11,00

UFF. TECNICO

Responsabile del Servizio: Dott. Giuseppe Pirozzi Farina Supporto tecnico: Arch. Anna Maria Sangiorgi

ORARIO DI RICEVIMENTO  mar 11,30 -13,30

AVVISO PUBBLICO

L’UFFICIO NON RICEVERA’ IL 27/06/2017

DATA BASE TOPOGRAFICO

link per consultazione della cartografia comunale

http://cartografia01.cogeme.com/wgis_integrato/start.php?comune=trovo&mapname=trovo_pubblico&program=/fcgi-bin/mapserv.exe&root=/wgis_integrato/

PGT

Il comune di Trovo è dotato di Piano del Governo del Territorio
approvato e vigente per la consultazione on line seguire il link

Albo Beneficiari

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE

Regolamenti

BANCA DELLA TERRA LOMBARDA

Con l’obiettivo di ricercare campi non coltivati per favorirne il recupero, incentivare l’agricoltura e anche il ricambio generazionale, Regione Lombardia ha istituito una “banca dati della terra” aggiornata costantemente online, per consentire a tutti di monitorare la disponibilità e l’offerta di terreni agricoli di proprietà pubblica e privata. La Legge Regionale n. 30/2014 prevede la realizzazione di un inventario completo e aggiornato dell’offerta dei terreni incolti di proprietà pubblica e privata disponibili per favorire il ricambio generazionale affidando ai giovani le terre demaniali abbandonate. L’inventario offre la possibilità di recuperare aree incolte e abbandonate per rimetterle in produzione.

La Banca della terra sarà uno strumento prezioso di presidio e salvaguardia dei territori destinato ad attirare l’attenzione verso aree che spesso sono la causa di dissesti idrogeologici, proprio perché trascurate. E nel contempo darà la possibilità di offrire lavoro ai giovani che hanno intenzione di dedicarsi all’agricoltura e potrebbero coltivare questi terreni, anche se non provengono da famiglie di agricoltori o non hanno terreni di proprietà. La Banca della Terra Lombarda si baserà sui dati messi a disposizione da sistema informatico della Regione e di altre banche dati regionali anche tramite i Centri di assistenza agricola (Caa), che possono aggiornarla periodicamente inserendo le coordinate catastali e le eventuali ulteriori informazioni concernenti le particelle disponibili. Entrando nel dettaglio si considerano abbandonati o incolti: • i terreni agricoli che non siano stati destinati a uso produttivo da almeno due anni, a esclusione dei terreni oggetto di impegni derivanti dalla normativa europea e di quelli espressamente indicati dalla normativa vigente; • i terreni già destinati a colture agrarie e a pascolo in cui si sono insediate formazioni arbustive e arboree spontanee.

http://www.agricoltura.regione.lombardia.it